PERCHE LA SPERANZA E’ NECESSARIA..

L’essere umano è in continua evoluzione. Il processo che attraversa, però, non è casuale come molti pensano: l’evoluzione terrestre ed umana è un movimento intelligente, fatto da cellule intelligenti provviste di coscienza. Di conseguenza, la vita sulla terra è un’unica coscienza collettiva. Cosa vuol dire tutto ciò? Che noi esseri umani siamo connessi con tutto ciò che ci circonda.

Ogni giorno decidiamo, e seguiamo una strada, qualcuno si ferma e aspetta pensando che fuori da noi ci sia qualcosa o qualcuno che decide per noi. In molti lo chiamano destino, ma a nostro avviso il destino non esiste! Siamo noi a creare con pensieri e azioni tutto ciò che ci circonda. E’ difficile da credere. Forse perché siamo talmente abituati a dar la colpa a qualcuno, che la sola idea di essere noi i veri responsabili di tutto ci destabilizza. Niente è scollegato da noi… questa è l’unica realtà. Siamo tutti connessi, esattamente come nel film Avatar ( di cui consigliamo la visione).

In tutto questo sistema, la speranza è proprio quella cosa che ci fa credere di poterlo fare! Sta dentro noi ed e’ collegata alle emozioni ed ai desideri di tutti gli esseri umani. La speranza è positiva, quando speriamo in qualcosa siamo più motivati e le nostre energie aumentano.

Sin da piccoli utilizziamo la speranza per il raggiungimento di sogni e obiettivi, viviamo grazie ad essa; la speranza è forza! Se ci pensiamo bene, ci ha semp

re accompagnati lungo il nostro viaggio, è aiutandoci a trasformare i nostri sogni in realtà. Tutto è collegato alla speranza, insieme ad essa pensiamo a cosa ci piacerebbe diventare, a chi vorremmo al nostro fianco, quale viaggio fare o in quale casa vivere; gli esempi sono veramente tanti …

La speranza va rigenerata lungo il cammino. Con il passare del tempo, infatti, abbiamo la sensazione che proprio quella presente dentro ognuno di noi vada finendo e ciò a causa delle nostre esperienze vissute: tutto ciò che prima ci dava gioia ed entusiasmo adesso non riesce più a sostenerci. Questa sensazione è del tutto naturale, si cresce e si ha voglia di fare altre esperienze e qui entrano in gioco altri desideri ecco che la speranza si rigenera ancora una volta. Studi scientifici hanno dimostrato che l’essere umano riesce a provare felicita nel momento della ricerca e non al momento del raggiungimento dell’obiettivo. Quindi la speranza va coltivata e rigenerata.

Pandora, un giorno scoperchiò il vaso, liberando cosi tutti i mali del mondo, che erano gli spiriti maligni della vecchiaia, gelosia, malattia, pazzia e vizio. Sul fondo del vaso rimase soltanto la speranza, che non fece in tempo ad allontanarsi prima che il vaso venisse chiuso di nuovo. Dopo l’apertura del vaso il mondo divenne un luogo desolato e inospitale simile ad un deserto, finché Pandora lo aprì nuovamente per far uscire anche la speranza, ed il mondo riprese a vivere. 

Tratto dal Vaso di Pandora

Rispondi